I colori della città di Signa (Fi)

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Quali sono i colori della Città di Signa?

Nessuno sa rispondere con esattezza e cognizione di causa a questa semplice domanda. La tradizione vuole che siano il giallo e il blu. Ma sono quelli veri? Qualche dubbio sorge.

La Società di Calcio Signa 1914 li ha scelti come simbolo poiché legati alla tradizione locale. Ma diverse testimonianze lasciano pensare che i colori che hanno rappresentato la Città di Signa fin dal X secolo siano invece l’oro, il blu cielo e il rosso.

Da cosa lo deduciamo? Il sigillo della Città di Signa, descritto da Domenico Maria Manni, precisa che i gigli in esso raffigurati sono d’oro in campo azzurro. Questo è datato 1326.

Passando in rassegna gli stemmi delle famiglie più influenti, o originarie, della nostra città, dal X secolo in poi, si vede come l'oro e il blu-azzurro siano predominanti.

Eccone alcuni:

  • Adimari: troncato d'oro e d'azzurro
  • Bertaldi: nel 1° troncato d'azzurro, all'aquila d'oro nascente dalla partizione; nel 2° palato di sei pezzi d'oro e di rosso
  • Berto di Fine: d'azzurro, alla testa di leone d'oro lampassata di rosso, accompagnata da tre stelle a otto punte
  • Del Teglia: d'oro, a due pali d'azzurro; con il capo d'azzurro caricato di un'aquila nascente d'oro
  • Boccacci: d'azzurro, all'aquila dal volo abbassato d'oro e alla banda diminuita attraversante di rosso
  • Brucianesi: d'azzurro, a tre pesci d'oro nuotanti l'uno sull'altro, accompagnati in capo da una stella a otto punte dello stesso
  • Guiducci e Partito: nel 1° di vaio; nel 2° scaccato di rosso e d'oro. Idem, allo scudetto attraversante d'azzurro caricato di un giglio d'oro
  • Mori Ubaldini: d'azzurro, al monte di sei cime d'oro sormontato da due martelli decussati dello stesso; il tutto abbassato sotto il capo d'azzurro caricato di un massacro di cervo d'argento, sormontato dallo scudetto rotondo del Popolo fiorentino
  • Pandolfini: d'azzurro, a tre delfini d'oro nuotanti l'uno sull'altro

Ma vediamo ora, seguendo i suggerimenti dell’Araldica, quale significato veniva dato a questi colori:

L’ORO

E’ il metallo più nobile. Viene utilizzato per decorare il campo dello scudo o le figure. E' simbolo di ricchezza, comando, potenza.

IL BLU O AZZURRO

E’ utilizzato per le linee decorative orizzontali ed essendo il colore del cielo, rappresenta la gloria, la virtù e la fermezza incorruttibile.

IL ROSSO

E’ utilizzato per le linee verticali e richiamandosi al sangue versato in battaglia, rappresenta il valore, l'audacia, la nobiltà ed il dominio.

A questi colori potremmo sicuramente aggiungere il nero e l’argento, colori principali della Famiglia Mori Ubaldini e dello Scudetto di Gangalandi.

A questi è attribuito il seguente significato:

NERO

E’ utilizzato per le linee verticali e orizzontali sovrapposte. Rappresenta il dolore: il lutto per la morte di un illustre personaggio della famiglia, oppure la dedizione al Principe fino alla morte.


ARGENTO

Con l'oro è uno dei due metalli usati in araldica. Negli stemmi viene rappresentato e sostituito dal campo lasciato in bianco. In araldica, invece, prende il posto del bianco in quanto più splendente. Simboleggia la purezza, l'innocenza, la giustizia e l'amicizia.

Tornando ai giorni nostri, lo Stemma del Comune di Signa possiede l'oro, il blu-azzurro, il rosso, l'argento e il nero. Con tutte le caratteristiche collegate a questi colori la città di Signa viene ben rappresentata!

 

La Stemmma della Città di Signa

 
 

Descrizione Araldica dello Stemma

Campo di cielo, al ponte di tre archi, uscente dai fianchi, gli archi laterali visibili solo in parte e più esigui, fondato sullo specchio d'acqua, di azzurro, fluttuoso di argento, esso ponte visto in prospettiva, di argento, murato di nero e sostenente a sinistra tra i due archi la torre quadra, d'argento, murata di nero, vista in prospettiva, merlata alla guelfa con tre merli angolari visibili, e con sei merli visibili, tre e tre, essa torre con la porta volta a destra, di nero, sormontata dal giglio di Firenze, di rosso, finestrata di due di nero, nel lato privo di porta; il tutto sotto il capo di azzurro, seminato di gigli d'oro e caricato dal rastrello di cinque denti, di rosso, con la sola traversa orizzontale prolungata fino ai lembi dello scudo, i denti posti come nel rastrello non prolungato

Blasonatura del Gonfalone: drappo di bianco

Cronologia: D.P.R. 06.02.2003 concessione di stemma e gonfalone

Caratteristiche Stemma

Simboli: Giglio, Ponte, Rastrello, Torre

Colori: Argento, Azzurro, Nero, Oro, Rosso

Posizione

50058 Signa FI, Italia

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA