logo fondo tullio de mauro

Il Fondo nasce da una raccolta privata formatasi in diversi decenni e donata alla Rete con atto del 2011 da T. De Mauro e da sua moglie Silvana Ferreri. Si tratta di alcune migliaia di libri, opuscoli e documenti di “letteratura grigia” relativi a due ambiti, i dialetti italiani e le lingue di minoranza.

  • La sezioni dialetti italiani contiene:  dizionari dialettali (in corso di trasferimento), testi letterari dalle opere maggiori e più note (da Ruzante, Belli, Porta a De Filippo, Firpo, Noventa, Buttitta, Tonino Guerra) a testi e autori meno noti o noti solo localmente, raccolte di filastrocche, proverbi, racconti e fiabe nei diversi dialetti.
  • La sezione lingue di minoranza contiene: dizionari, testi letterari, raccolte di racconti, fiabe, proverbi, materiali di archivio (carte di Gaetano Arfè relative alla sua attività nel Parlamento per la Carta dei diritti linguistici delle minoranze; carte di Piero Ardizzone relative alla legislazione italiana sulle minoranze ecc.).

Grazie a due borse di studio, sostenute dalla Fondazione CRT, la Rete sta provvedendo a catalogare i materiali e a digitalizzarne i più interessanti. Cataloghi e testi  digitalizzati verranno a mano a mano resi accessibili on line, con le modalità che tutelino i diritti di autore.

Il Fondo è aperto sia per successiva implementazione della donazione da parte del prof. De mauro, sia per auspicabili integrazioni di altri donatori.

La Rete provvede inoltre a caricare  sull'Archivio partecipato i volumi  digitalizzati , ove consentito dalle leggi in vigore sui diritti di autore.

Consulta il Fondo Tullio De Mauro

 

Per i  dettagli bibliografici è possibile consultare il  catalogo del Polo Bibliografico della ricerca UNITO.

Scarica il catalogo del Fondo De Mauro

 

Il Fondo Tullio De Mauro è collocato  nella nuova sede di via Arsenale 27/e a Torino. I titoli sono consultabili previo appuntamento.

Per informazioni e prenotazioni contattare telefonicamente i numeri 393 5766183 – 388 3275068 o inviare mail a info@reteitalianaculturapopolare.org