Granda, cont-mi na stòria!

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Conte ant el piemontèis ed Biela - Racconti nel piemontese di Biella

C'erano una volta le fiabe. Narravano la poesia di camini accesi, di nonne con la crocchia e di principesse, di maghi e di burloni. Chi raccontava conosceva la verità del cuore, faceva - e si faceva - un dono impagabile. La cadenza del dialetto nostrano conferiva poi ad amori e paure una connotazioen familiare.

Felice l'idea di riproporle immettendole in un tempo che insegue ritmi e valori diversi. Ogni pagina è intrisa della saggezza dei nostri avi, del loro contatto con la realtà del mondo contadino così terragno e vero. Il libro vuol essere anche un omaggio a quei maestri di vita su cui tutt'ora si regge il nerbo del carattere biellese.

Bentornati dunque Gioanin sensa paura e Gariboja, e auguri di buona strada alle fiabe in dialetto. Speriamo che i bimbi d'oggi le accolgano con lo stesso entusiasmo di chi le ha scritte con fresca immediatezza, già pensandoli all'ascolto.

Posizione

Biella BI, Italia

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo: Conte ant el piemontèis ed Biela - Racconti nel piemontese di Biella
  • Autore principale: Coda Forno Maria Pia
  • Luogo di pubblicazione: Vigliano Biellese
  • Editore: Edizioni ieri e oggi Biella
  • Data di pubblicazione: Anno 2003
  • Lingua/Dialetto: Piemontese - italiano
  • Elementi significativi: Monografia
  • Note: Illustrazioni dell'autrice - Dono Regione
  • Tipo di documento: Libro

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA