Collina Magra

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Collina Magra” perché le sue vigne erano nate dal faticoso dissodamento del tufo nudo, e troppo spesso la grandine distruggeva spietatamente i raccolti. Le dinastie contadine là stabilite nel tempo in cui c’erano ancora i lupi, benché vivessero lontano da quanto succedeva nel resto del mondo, dovettero partecipare all’avventura della grande guerra, e ai loro figli fu insegnato a gridare ”viva il duce”; poi vi fu licenza di uccidere e di seppellire il proprio nemico nella vigna, come fecero anche quelli del “Diavolo rosso”. Ma chi alla Collina Magra è nato e cresciuto, benché ne sia poi vissuto lontano, inevitabilmente conserva il marchio della piccola patria anche se essa ormai più non esiste

Posizione

Località Vezzolano, 35, 14022 Albugnano AT, Italia

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo: una patria
  • Autore principale: Aldo A. Settia
  • Luogo di pubblicazione: Roma
  • Editore: Viella
  • Data di pubblicazione: 2015
  • Lingua/Dialetto: Italiano
  • Consistenza: 333 p. : ill. ; 21 cm
  • Note: Collocazione: P 945.152 SET
  • Livello bibliografico: Monografia
  • Tipo di documento: Volume
  • Attualmente disponibile in: Biblioteca civica "A. Arduino"

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA