Roma e la sua regione nelle testimonianze letterarie italiane e straniere

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Copertina Copertina
Il presente volume, curato da Corrado Lampe, è stato realizzato dalla Regione Lazio con l’intento di far conoscere le suggestioni dei visitatori della Roma del passato, attraverso la lettura delle testimonianze (in gran parte diari e memorie) di personaggi illustri italiani e stranieri che visitarono la capitale nel corso dei secoli XVI-XX.
Il paesaggio agrario del Lazio, infatti, è stato sempre all’attenzione di viaggiatori, artisti, letterati, studiosi del passato e la campagna romana faceva parte di quell’Italia che è stata da sempre punto di attrazione per milioni di persone, non soltanto per la gloria di Roma antica e per essere il centro della cristianità. Le reminiscenze letterarie sono una fonte inesauribile di informazioni di tipo socio-economico e culturale: basta ricordare Charles de Brosses, Charles Dupaty, Ferdinand Gregorovius, Wolfgang Johann Goethe, François-René de Chateaubriand, Stendhal, Giuseppe Tomassetti, Charles Dickens, Cesare De Cupis, Gabriele D’Annunzio, David H. Lawrence. Numerosissimi sono anche gli artisti italiani e stranieri che hanno posto il fascino oscuro della terra desolata attorno a Roma al centro della propria creazione artistica.
 

Posizione

Roma, Italia

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo: Antologia di scritti dal XVI al XX secolo.
  • Autore principale: Corrado Lampe (a cura di)
  • Luogo di pubblicazione: Roma
  • Editore: Editrice La Linea
  • Data di pubblicazione: 1992
  • Lingua/Dialetto: italiano
  • Livello bibliografico: monografia
  • Tipo di documento: testo a stampa

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA