La cultura negata

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Copertina Copertina
Il presente studio di Antonio Carbonaro e Arnaldo Nesti, docenti di Sociologia presso l’Università degli Studi di Firenze, si concentra sull’esame della classe operaia. Questa rappresenta, da tempo, un’umanità che non si riconosce nella cultura egemone e che ha quindi sviluppato, sulla base di un sentimento reattivo e in forza di un progetto socialista, un’alternativa radicale alla cultura dominante. La cultura operaia, pur non essendo razionale e sistematica quanto quella egemone, ha saputo disvelare nel corso della storia una potente carica immaginativa e un singolare e autonomo potenziale.
Questo saggio quindi, situando la centralità della classe operaia anche in rapporto al più ampio processo di proletarizzazione in atto, contribuisce a chiarire la natura e i caratteri della classe operaia intesa come “cultura negata”, nonché a indicare delle linee di intervento pedagogicamente orientate.
 

Posizione

Italia

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo: Caratteri e potenzialità della cultura popolare.
  • Autore principale: Antonio Carbonaro, Arnaldo Nesti
  • Luogo di pubblicazione: Rimini, Firenze
  • Editore: Guaraldi
  • Data di pubblicazione: 1975
  • Lingua/Dialetto: italiano
  • Livello bibliografico: monografia
  • Tipo di documento: testo a stampa

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA