Con la voce di un altro

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’11 gennaio 1972 Giuseppina venne assassinata con due colpi di fucile. Lei, carismatica contadina, aveva acquisito grande popolarità da quando, 15 anni prima, aveva iniziato a parlare con la voce del defunto nipote e a dispensare consigli e guarigioni tramite il potere garantitogli dall’aldilà. In molti hanno speso un gran numero di parole sul caso di Giuseppina, dai giornalisti agli avvocati, dagli antropologi ai devoti. Con questo libro Apolito ci offre uno spiraglio su uno degli ultimi casi di possessione nel mezzogiorno d’Italia, con l’intenzione di salvare la memoria di Giuseppina, salvandola da quell’enorme quantità di parole che l’hanno costruita, aggiogata e condannata.

Posizione

Campania, Italia

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo: Storia di possessione, di parole e di violenza
  • Autore principale: Paolo Apolito
  • Luogo di pubblicazione: Italia (Napoli)
  • Editore: L’Ancora del Mediterraneo
  • Data di pubblicazione: 2006
  • Lingua/Dialetto: Italiano

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA