Etnologia del Natale

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Babbo Natale l'ha inventato la Coca-Cola? Di certo non il cristianesimo. Il Natale, tanto quello religioso e familistico quanto quello sfacciatamente consumistico e mercantile (il "potlach della modernità") o miticamente pagano (il solstizio d'inverno), è stato qui rivisitato come "oggetto antropologico totale". La società dei consumi e il nostro inconscio, il denaro, la famiglia, la solitudine, il sogno, il divino e il triviale si intrecciano nell'esplorazione etnologica, lieve e colta insieme, di questa festa paradossale, in cui l'ombra si mescola alla luce e il mondo dei morti comunica con quello dei vivi. L’autrice Martyne Perrot (Chelles, Francia, 1946-), ricercatrice del CNRS dal 1980, è sociologa, antropologa, storica.

Posizione

Europa

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo: una festa paradossale
  • Autore principale: Martyne Perrot
  • Luogo di pubblicazione: Milano
  • Editore: Elèuthera
  • Data di pubblicazione: 2001
  • Lingua/Dialetto: Italiano
  • Consistenza: 190 p. ; 19 cm
  • Elementi significativi: .
  • Note: Collocato in: 394.26 PER
  • Livello bibliografico: Monografia
  • Tipo di documento: Volume
  • Attualmente disponibile in: Biblioteca civica "A. Arduino" di Moncalieri

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA