Gitani e flamenco

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Copertina Copertina
L’opera di Bernard Leblon affronta il delicato problema delle origini del Flamenco, situandolo sia nell’ampio dilagare delle musiche zingare dall’India fino all’Europa occidentale sia in rapporto alla drammatica storia delle persecuzioni anti-gitane nella Spagna moderna.
L’opera è suddivisa in quattro parti: nella prima sono analizzate le musiche professionali e private degli Zingari ed è operata una distinzione tra le musiche autenticamente zingare dai caratteri locali e quelle che invece appartengono all’insieme delle musiche orientali; nella seconda parte è illustrata la storia dei Gitani in Spagna e la politica di sedentarizzazione forzata, senza la quale l’apparizione del fenomeno del flamenco sarebbe inesplicabile; la terza parte è dedicata allo studio delle famiglie privilegiate, dette flamencas, che legheranno il loro nome alla musica da esse elaborata; la quarta e ultima parte, infine, propone un’analisi delle diverse ipotesi sull’origine del flamenco, dimostrando che alcuni tratti di questa musica sono sicuramente attribuibili all’intervento dei Gitani andalusi.
Completano il volume l’Elenco delle illustrazioni, la Bibliografia e il Glossario.
 

Posizione

Andalusia, Spagna

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo: L'emergere dell'arte flamenca in Andalusia.
  • Autore principale: Bernard Leblon
  • Luogo di pubblicazione: Roma
  • Editore: Centro studi zingari, Anicia
  • Data di pubblicazione: 1997
  • Lingua/Dialetto: italiano
  • Livello bibliografico: monografia
  • Tipo di documento: testo a stampa

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA