I segnai

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Copertina Copertina
Il presente volume, curato da Veronica Zanoner Piccoljori, raccoglie una serie di racconti narrati da Luigi Piccoljori e riguardanti fenomeni paranormali avvenuti nella Val di Fassa (nel Trentino nord-orientale), noti con la semplice definizione di “segnai” (“segnali”).
Questi episodi, di cui molti membri della popolazione affermano di essere diretti testimoni, si manifestano in forma visiva e uditiva: la cosiddetta “cugola” (“pallina”), ovvero il rumore di una pallina di vetro o di un sasso sul pavimento; la “gocia” (“goccia”), ovvero il ticchettio di una goccia d’acqua sul pavimento; il “punchie”, un colpo di pugno sul tavolo; la “mort che grigna” (“la morte che ride”), ovvero una risata satanica e sarcastica; la “parushola”, la capinera che è simbolo di cattivo presagio; la “bera” (“bara”), il salmodiare di un corteo invisibile e lontano; il “martel” (“martello”), ovvero il rumore di un martello sulla cassa da morto.
I racconti sono preceduti dalle note introduttive di Domenico Volcan Terla e Veronica Zanoner Piccoljori e dalla nota biografica su Luigi Piccoljori.
 

Allegati PDF

Clicca sulla miniatura per aprire l'anteprima

Posizione

Val di Fassa

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo: Storie di pastori e di contadini al confine del reale.
  • Autore principale: Veronica Zanoner Piccoljori (a cura di)
  • Luogo di pubblicazione: Moena
  • Editore: Grop ladin da Moena
  • Data di pubblicazione: 1992
  • Lingua/Dialetto: italiano, ladino
  • Livello bibliografico: monografia
  • Tipo di documento: testo a stampa

Archivio Partecipato

Ricerca nell'archivio

Filtra per Tag

Cerca in Opac SBN

Guida all' Archivio

tasto-GUIDA