Cattiva Maestra Tradizione
 
Giovedì 17 luglio 2014 - dalle 18,00 alle 19.30: “Cattiva Maestra Tradizione: il pensiero mafioso come modello di tradizione popolare?”

Introduzione al Campus

Giovedì 17 luglio 2014 - dalle 10 alle 13: Introduzione al Campus e presentazioni e Saluto delle autorità

La musica occitana contemporanea

Giovedì 24 luglio 2014: la seconda parte della puntata "I Percorsi di Arianna" dedicata alla musica occitana contemporanea. Questa volta a parlarne è un ospite d'eccezione: Simone Lombardo, compositore e musicista polistrumentista (flauti, ghironda, cornamusa) con diversi progetti all'attivo e alcune collaborazioni importanti alle spalle (fra le quali Lou Dalfin e Yo yo Mundi).

I Cantori di Carpino

Giovedì 10 luglio 2014: siamo nel Gargano, a Carpino, ad incontrare Antonio Piccininno, voce intensa ed emozionante dei Cantori di Carpino. I Cantori hanno ricevuto il riconoscimento di Testimoni di Cultura Popolare nel 2005, genuini ed autentici interpreti dell'immenso patrimonio sonoro del loro territorio. 

Giovedì 3 luglio 2014: cos'è esattamente il canto spontaneo? Secondo Pierfranco Midali, cantore di Viganella, piccolo paese delle valli piemontesi, il canto spontaneo è quel canto che "due volte uguale non si ripete mai" perché cambia ad ogni esecuzione. E' quindi la forma di canto popolare più autentica e soprattutto più antica. Qual'è allora la situazione del canto spontaneo in Italia? Lo possiamo ancora ascoltare nelle strade, nelle piazze, nelle feste? E' quello che cercheremo di scoprire nell'odierna puntata grazie alle riflessioni del prof. Paolo Apolito, del nostro Comitato Scientifico, e del filosofo Alberto Madricardo. 

Le registrazioni sono state effettuate durante il Festival del Canto Spontaneo, a Salerno, per gentile concessione dello stesso Festival 

La musica occitana contemporanea

Giovedì 26 giugno 2014: dopo Maddalena, è Serena a condurre il Master dei Talenti dedicato ad Arianna. La prima puntata è dedicata alle interpretazioni contemporanee della musica occitana: dai Compagnons roulants ai Lou Tapage, dai Sadral ai Lou Seriol, dai Ramà ai Lou Dalfin. Non mancheranno alcuni approfondimenti sulla storia dell'occitania e sugli strumenti tradizionali.

I Fuochi di San Giovanni 

Martedì 24 giugno 2014: è giunto il solstizio d'estate e il nuovo calendario dei riti e delle feste ci conduce nella Festa di San Giovanni Battista. Il 24 giugno, giorno tradizionalmente indicato come giorno della sua nascita, è festeggiato in innumerevoli città e paesi. Gli elementi ritornati sono l'acqua e il fuoco, simbolicamente intesi come elementi purificatori: dall'atto propiziatorio dell'accensione del falò, ai fuochi d'artificio, al rito del comparatico, dove la notte della vigilia le persone, stringendosi per mano, si promettono fedeltà nell’ amicizia per tutta la vita. 

La tradizione casearia

Giovedì 19 giugno 2014: la tradizione casearia molisana: dai latticini del Matese ai caciocavalli "reali" dell'Alto Molise. Gli alpeggi e i pascoli allo stato brado degli incontaminati territori verdi della regione, la stagionatura e la salatura, la pasta, compatta o molle, ma anche l' allevamento, la transumanza, la vita solitaria del pastore e i tratturi, che, come una trama, collegano tutto il territorio...

Tonino Guerra

Giovedì 12 giugno 2014: un viaggio nella straordinaria opera letteraria di Tonino Guerra, che nel 2006 ha ricevuto il Premio Speciale della Rete Italiana di Cultura Popolare per il contributo alla ricerca e alla documentazione. Fra poesie recitate dall’autore e brani musicali memorabili conosceremo un lato poco noto di questo indimenticabile artista a tutto tondo. 

Giovedì 5 maggio 2014: ci siamo spostati a Santa Francesca, frazione del comune di Veroli, in provincia di Frosinone, dove una volta era fissato il confine tra lo Stato Pontificio e il Regno delle Due Sicilie. Incontreremo Dino Dell'Unto e Danilo Bove, dell'Associazione Culturale Bifolk, che ci racconteranno la storia delle ballarelle dei Monti Ernici, frutto di una ricerca, pubblicata lo scorso dall'Associazione, durata oltre 15 anni. Scopriremo attraverso le loro parole gli strumenti, i suonatori, il contesto sociale e alcuni aneddoti legati a queste musiche e questa danza.